Recanati, viaggio tra due cucine con 3 secoli di differenza

A Recanati si dovrebbe tornare più spesso. Non c’è scolaresca che non abbia fatto una gita nella terra natìa di Giacomo Leopardi. La verità è che tornarci da grande ha tutto un altro sapore. Quasi fa rabbia rivedere questo paesaggio stupendo, tra le meravigliose colline marchigiane, e sapere che potrebbe essere mèta molto più reclamata. In un mio viaggio di lavoro, aiutata da una splendida giornata soleggiata, ho avuto la fortuna di ritagliarmi un momento di relax, godendo del panorama “infinito” di cui lo stesso Leopardi decantava il fascino in una delle sue più famose poesie. I motivi per andare a Recanati possono essere sicuramente tanti: il panorama, la casa del Poeta, il centro storico piccolo gioiello in miniatura fino all’ottima cucina espressa da ristoratori appassionati. Ed è proprio durante la passeggiata di ieri che ho avuto modo di conoscere due realtà, una contemporanea, l’altra risalente al ‘700, che – per assurdo – nonostante siano l’alfa e l’omega della ristorazione, sono sembrati ai miei occhi due facciate di una stessa medaglia. I due ristoranti di Recanati portano il nome di Newyorkese Restaurant e ristorante Cantina di Palazzo Bello;  il primo splendido  ristorante dalla cucina creativa, internazionale, inserito in una cornice architettonica di stile medioevale, il secondo – come dicevo – settecentesca struttura amata da Leopardi, con una cucina d’autore che riprende la tradizione delle più conosciute portate di questa regione. Sushi, kobe, zuppa di granchio e tante bollicine d’autore per il primo, zuppe di legumi, pesce cucinato con la semplicità del vapore, filetti di tonno agli agrumi, per il secondo. Entrambi da non perdere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...